Dzeko in panchina. Schick, ora o mai più (RS Il Tempo – E,Menghi)

 In Il Tempo, Rassegna Stampa

DZEKO IN PANCHINA Il Bosniaco dovrebbe partire dalla panchina mentre il giocatore ex Doria avrebbe un altra ulteriore chance di partire subito titolare, per affrontare una squadra che prima di approdare a Roma lo scaricò

DZEKO IN PANCHINA Tra Schick e il futuro c’è sempre di mezzo la Juventus. Le visite mediche al J Medical che non ha passato due estati fa l’hanno portato nella capitale, il gol del pareggio fallito lo scorso anno ha steso lui e la Roma, un (altro) esame non superato stasera potrebbe condurlo di nuovo lontano. Il ceco partirà dal 1′ allo Stadium e potrebbe essere davvero la sua ultima chance in giallorosso, perché “non c’è posto per chi non si impegna nello sforzo collettivo”, Pallotta è stato chiaro, e col mercato alle porte le valutazioni sono imminenti: la Samp è pronta a riprenderselo in prestito. Schick ha avuto 6 occasioni da titolare consecutive, ma ha fallito e Di Francesco piuttosto che insistere su di lui ha deciso di tentare l’esperimento Zaniolo contro il Genoa, ma nonostante la vittoria neanche quello è andato bene.

E allora ci risiamo, tocca all’attaccante più discusso la maglia contro i bianconeri, per ridare almeno peso al reparto che dovrà vedersela con Chiellini e compagni. Dzeko a Torino ci è andato, era il suo obiettivo fin dal primo giorno in cui si è lesionato il flessore, ma dovrà accontentarsi della panchina, inizialmente. Con un allenamento e mezzo in gruppo dopo quasi un mese di stop, il tecnico abruzzese non se l’è sentita di rischiarlo e punta a recuperarlo per le ultime due gare dell’anno.

De Rossi era troppo indietro per giocare anche solo una manciata di minuti contro la Juventus ed è rimasto nella capitale, a curare l’infortunio più lungo della sua carriera. A centrocampo si è bloccato anche Coric, stavolta per una brutta distorsione alla caviglia. Le scelte per Di Francesco sono obbligate, Nzonzi e Cristante stringono i denti e Zaniolo torna a fare la cosa che gli riesce meglio, il trequartista. Pastore sta trovando maggiore continuità negli allenamenti, migliora a pari passo con il connazionale Perotti, ma nessuno dei due è pronto per giocare dal 1′. El Shaarawy non ha recuperato, nemmeno Pellegrini: puntano il Sassuolo.

In attacco assieme a Schick ci saranno probabilmente Florenzi e Kluivert, Under rimane una possibilità, ma è reduce da una contusione che gli ha impedito di lavorare con i compagni negli ultimi giorni e non è al meglio. Con l’avanzamento del jolly con la fascia al braccio (pure lui non al top per via di un’infiammazione al solito ginocchio accusata in settimana) toccherà a Santon la corsia destra difensiva, con Kolarov dall’altra parte e la coppia Manolas-Fazio al centro della linea che torna a 4.

SEGUI IL SITO DI PASSIONEROMA.IT

SEGUI LA PAGINA FACEBOOK

ARTICOLI CORRELATI